Archivi categoria : La storia

La storia

Malagò, scoppia il caso delle due lettere al Cio Coni e fulmini

Niente sottosegretari nel nuovo ministero dello Sport guidato da Vincenzo Spadafora. Potrebbe essere questa la non esaltante notizia della giornata (viste tutte le cose che ci sono da fare). Ma c’è un altro caso che scoppia di primissima mattina con la lettura di «Repubblica» che parla di una «richiesta» del presidente del Coni Giovanni Malagò…
Per saperne di più

Delega dello sport al 5S Spadafora. Cosa cambierà?

Sarà Vincenzo Spadafora il nuovo ministro delle politiche giovanili e dello sport. L’esponente pentastellato, uno dei «trattativisti» della prima ora sull’asse con il Pd, sarà dunque il titolare della delega fino a ieri nelle mani di Giorgetti. Si torna dunque al ministero dello sport, anche se senza portafogli. Spadafora, 44 anni, sottosegretario nel precedente governo…
Per saperne di più

Storie di judo: Giuseppe Piazza a cura di Alessandro Giorgi

Il tempo scorre, le cose accadono, la storia le raccoglie e le conserva. E se la storia è la memoria di un popolo (senza la quale l’uomo è ridotto al rango di animale inferiore, cit.), il popolo del judo ha il dovere di preservare la sua memoria, che è tutto quel patrimonio umano, culturale, sportivo…
Per saperne di più

La legge della discordia. Il Cio: «Vediamoci presto»

«Vediamoci». Il Cio si è fatto di nuovo vivo sul tema della legge delega sullo sport approvata dal Parlamento mercoledì in forma definitiva. In una nota da Losanna, che riprende anche i contenuti di una seconda lettera a Giovanni Malagò, si «ribadisce la proposta di organizzare un vertice» con il Coni e il governo italiano…
Per saperne di più

La riforma dello sport è legge, ma il Cio lancia un monito

La legge e la lettera. È il titolo della giornata di ieri sull’asse Roma-Losanna. Il «collegato sport», il disegno di legge che affida al Governo deleghe pesanti, compresa quella del «riordino» del Coni, vince la partita del Senato con 152 voti favorevoli (Lega e 5 Stelle), 54 contrari (Pd e Leu), 52 astenuti (Fdi e…
Per saperne di più

«Siamo forti con le medaglie, diventiamolo con la base»

Da un mese e mezzo Rocco Sabelli dirige, da presidente e ad, la nuova società che la riforma ha messo al centro del sistema italiano: Sport e Salute. Ingegner Sabelli, quale valore aggiunto può portare Sport e Salute allo sport italiano? «Partiamo da un dato. L’Italia è un Paese che vince medaglie, e ne vince…
Per saperne di più

Dietro i mondiali di nuoto c’è un’etica su cui investire

Cosa ci hanno insegnato i Mondiali di nuoto, appena conclusi nella lontana Corea del Sud? Ci hanno regalato grandi emozioni e l'orgoglio di essere italiani, senza "sovranismi", perché lo sport è cosmopolita per definizione e gli italiani, per essere davvero "primi", o secondi o terzi o "solo" in finale, devono fare tanta fatica, con impegno,…
Per saperne di più

Cristiana Pallavicino ed una medaglia di purezza e passione

L’oro messo al collo da Cristiana a Las Palmas brilla di una luce speciale. A quest’edizione dei Veteran European Championships partecipano 778 atleti di 35 nazioni, che si dividono in dieci fasce d’età, ciascuna delle quali è suddivisa a sua volta in sette categorie di peso maschili ed altrettante femminili che, sommando tutto, fa un…
Per saperne di più