Salvadori, Castellani, Roncastri e Rodaro qualificati ai Tricolori Cadetti!

È stato una giornata sicuramente positiva, quella di ieri, per gli atleti Yama Arashi impegnati a Zoppola per le qualificazioni ai Campionati Italiani Cadetti. Nonostante tutte le difficoltà incontrate in quest’ultimo anno e mezzo a causa della pandemia e i relativi pochi mesi di allenamento di vero judo “sulle spalle”,  i nostri ragazzi e ragazze, seguiti in gara da coach Milena Lovato, hanno combattuto al loro meglio nonostante la comprensibile emozione e, in alcuni casi, il “gap” fisico e di esperienza che li separava dagli avversari.

Obiettivo centrato per Sara Salvadori (44kg) che, essendo da sola in categoria, ha staccato automaticamente il pass per Ostia, dove gareggerà tra tre settimane assieme ai compagni di squadra, qualificati di diritto, Eva Castellani (63kg), Lorenzo Roncastri e Giovanni Gabriel Rodaro (73kg).

Podio centrato ma qualificazione rimandata al prossimo anno per Jacopo Zuliani (73kg), Virginia Follador (52kg), Simone Vidotti (66kg), Marco Marotta (66kg) e Alessandro Zatti (81kg) mentre Giacomo Anziutti (66kg), per un secondo “di troppo”, non è riuscito a concludere a suo favore l’incontro che gli avrebbe dato la certezza del pass.

Questo il commento di coach Milena: “Un anno fa abbiamo deciso di allenarci a distanza, all’esterno, con praticamente quasi tutti gli agonisti. Solo un piccolo gruppo rimase nel dojo. Ricordo il 18 ottobre dell’anno scorso, il primo “quarantenato” e la scelta di essere prudenti oltre le regole. Il rientro sul tatami è avvenuto a maggio 2021… è stato difficile. Non abbiamo ancora “recuperato” il tempo trascorso senza judogi, ma oggi i ragazzi mi hanno sorpreso in positivo, davvero. Stanno recuperando nella mente, nel cuore, il judo… di prima. Bello!”

Al termine della competizione, tutti i ragazzi cui si sono aggiunti Davide di Bernardo, Eva Castellani, Lorenzo Roncastri, Sofia Cittaro, Giovanni Rodaro, Eugenio Tassotto ed Agnese Piccoli hanno preso parte al primo Allenamento Regionale del secondo semestre, guidato dal Commissario Tecnico Regionale Gianni Maman.

I commenti sono chiusi