Cugini e Pallavicino a Las Palmas. Addio Marian Hefka

Appuntamento doppio per il judo che, sabato e domenica, a Las Palmas, ospita il Campionato d’Europa ed European Judo Cup di Kata, mentre a Praga, ospita l’European Cup Junior. La partecipazione italiana è particolarmente ricca in entrambi gli eventi con 19 coppie al Campionato d’Europa, 4 coppie all’European Judo Cup e 23 atleti all’European Cup junior.

Nage no kata: Mauro Collini-Tommaso Rondinini; Stefano Cesana-Tommaso Campanella; Gino Gianmarco Stefanel-Alessandro Cugini; Matteo Martini-Alberto Gainelli. Katame no kata: Stefano Proietti-Alessandro Varazi; Massimo Cester-Davide Mauri; Michael Chiara-Marco Corvetti; Andrea Fregnan-Pietro Corcioni. Juno kata: Laura Bugo-Barbara Bruni; Giovanni Tarabelli-Angelica Tarabelli;Marco Calugi-Martina Calugi; Alice Mandracci-Giovanni Enriore; Kime no kata: Andrea Ferretti-Andrea Giani Contini; Valter Sella-Sergio Rizzi; Luca Cavecchia-Omar Pasquinuzzi; Enrico Tommasi-Giulio Gainelli. Kodokan goshin jutsu: Sergio Loi-Giuseppe Guzzo; Ubaldo Volpi-Maurizio Calderini; Ilaria Placidi-Nicola Placidi. Kata European Judo Cup Randori no kata (Nage no kata): Giulia Pocobelli-Francesca Benatti; Riccardo Dacci-Alex Cavina. Kata European Judo Cup Juno kata: Carlotta Franzina-Camilla Franzina. Kata European Judo Cup Koshiki no kata: Cristiana Pallavicino-Alfredo Sacilotto.

“Sicuramente alcune delle nostre coppie sono tra le migliori in Europa – ha detto Giovanni Strazzeri - e di certo porteranno medaglie importanti”. Ventitre invece, gli juniores  che gareggiano a Praga: Luca Carlino, Simone Costanzo, Michele Schiraldi (60), Simone Albarello, Matteo Nicoletti, Federico Cuniberti, Samuel Salvo, Leonardo Valeriani (66), Alessandro Plantera, Luca Rubeca, Edoardo Mella (73), Lorenzo Parodi (81), Christian Storto (100), Sara Russo, Martina Castagnola, Giada Giardino (52), Tea Patri, Federica Luciano (57), Nadia Arfaoui (63), Claudia Cerutti (70), Elena Andreoli (78), Erica Simonetti, Asya Tavano (+78). In queste ore si apprende della scomparsa di Marian Hefka, 69  anni, slovacco, componente la Refereeing Commission EJU. Un altro lutto per la comunità internazionale del judo, che aggiunge dolore a quelli di Craig Fallon (Gbr), due giorni fa e, la settimana scorsa, del giovane olandese Kim Akker.

I commenti sono chiusi