Assoluti a Torino, Laura Scano è quasi-bronzo, Agnese Piccoli settima

È un bellissimo quinto posto quello ottenuto da Laura Scano ai campionati italiani assoluti a Torino. Quattro le vittorie che hanno accompagnato la gara nei 63 kg della portacolori del Dlf Yama Arashi Udine a disputare una finale all’Assoluto, obiettivo cui puntava da tempo. E se questo obiettivo si è confermato raggiungibile, la strada per il passo successivo, quello che porta laddove oggi non è stato possibile arrivare, è tracciata e la piena consapevolezza è maturata. Una consapevolezza che Agnese Piccoli ha già maturato da tempo, ed esprime sempre con quel suo comportamento generoso ed esuberante, che oggi in gara non è riuscita a trasformare in energia, come quasi sempre fa. No, le cose oggi non giravano nel verso giusto per Agnese, non ‘vedeva’ le situazioni, non ‘leggeva’ gli incontri, ma ciò nonostante ha ‘fatto’ la sua gara, due vittorie nei 70 kg per un settimo posto che dà un senso ed un valore a tutto. Gli altri piazzamenti non hanno un particolare rilievo diversamente dalle prestazioni delle nostre ragazze che hanno saputo battersi sempre con pregio, ma in qualche caso anche con valore e brillantezza. Impressionante, sì hanno suscitato proprio impressione, i contenuti fisici e caratteriali del match di Michelle Kamano con Anna Righetti, atleta brava, matura ed esperta. Non solo Michelle ha saputo contrastarla colpo su colpo, ma è riuscita anche a pensare e costruire un sistema per vincere. La differenza, a favore della 26enne atleta veneta, è stata marcata dal ne waza, ma soltanto dopo diversi tentativi ed al golden score. Per la diciottenne Michelle, che ha vinto un incontro, questo decimo posto nei 63 kg con questa tempra al suo primo Assoluto è un buon inizio nella dimensione junior-senior. Una vittoria e decimo posto nei 63 kg anche per Giada Medves, mentre la vittoria ottenuta da Elisa Cittaro nei 57 kg è valsa il diciassettesimo posto in classifica. Non hanno vinto Jessica Tosoratti nei 52 kg e Serena Callegari nei 70 kg, ma sia l’una che l’altra hanno combattuto con impegno ed idee, certamente non tutte giuste o efficaci, ma significative a dimostrare la ricerca del risultato. Piazzamenti, 13esimo per Jessica e 18esimo per Sere. Due vittorie e decimo posto nei 63 kg anche per Michela Petterle del Judo Club Roncade, club cui siamo legati da rapporti di affetto, amicizia e reciprocità.

I commenti sono chiusi