Tutte le medaglie di un 2018 magico per i judoka udinesi

Matteo Medves, con l’argento ai campionati d’Europa ed il 42esimo posto nella classifica mondiale, è inevitabilmente l’atleta ‘top’ per il judo udinese nel 2018. La sua corsa per arrivare all’Olimpiade a Tokio 2020 è lanciatissima e per conoscerne l’esito bisogna attendere i risultati che il portacolori delle Fiamme Oro riuscirà a raccogliere nei prossimi dodici mesi. Ma se il 24enne di San Giovanni al Natisone è stato il ‘top scorer’, sono stati numerosissimi i judoka udinesi che hanno saputo mettersi in evidenza conquistando medaglie importanti in tutte le classi d’età ed in tutte le specialità. Medaglie di prestigio internazionale e nazionale infatti, sono state conquistate anche nella classe dei Master con Cristiana Pallavicino del Dlf Yama Arashi Udine e Fabiana Fusllo del Kuroki Tarcento, rispettivamente argento e bronzo al campionato d’Europa a Glasgow, mentre cinque medaglie sono state conquistate ai campionati italiani a Latina, quattro d’argento con Valentina Lenzini, Giuliano Casco, Enrico Shaurli del Kuroki e Stefano Temporal del Judokai Gemona, una di bronzo con Alessandro Cossutti del Dlf Yama Arashi Udine. Risultati eccellenti anche nel kata, specialità in cui Davide Mauri del Kuroki è stato l’uke del pordenonese Massimo Cester in occasione del bronzo europeo a Capodistria e di quello mondiale a Cancun, oltre ad aver messo al collo anche l’argento nel campionato italiano. Secondo posto europeo a Capodistria per Marika Sato e Fabio Polo del Kuroki, che si sono aggiudicati anche il titolo italiano di specialità, mentre la giovane coppia composta da Gino Gianmarco Stefanel (Kuroki) e Alessandro Cugini (Dlf Yama Arashi) ha messo al collo il bronzo europeo a Capodistria.  Un’altra medaglia internazionale è stata quella, preziosissima, conquistata da Asya Tavano dello Sport Team Udine a Gyor, in occasione di un’European Cadet Cup, che ha coronato una stagione da incorniciare in cui la sedicennne è salita per ben due volte sul terzo gradino del podio ai campionati italiani, fra le cadette con replica nella classe maggiore delle junior. E di medaglie ai campionati italiani ce ne sono state anche altre, prima di tutte quella d’oro della 18enne Betty Vuk del Judo Tolmezzo che si è aggiudicata il titolo juniores e poi quelle di bronzo nella classe cadetti ottenute da Michelle Kamano del Dlf Yama Arashi Udine e Michele Comuzzi dello Sport Team Udine. A dare ancora meglio la dimensione del movimento judoistico friulano è il numero dei primi posti nel Trofeo Friuli Venezia Giulia, una sorta di ‘ranking list’ regionale, costruita per ciascuna categoria di peso sulla base dei risultati ottenuti a tutti i livelli. Ben ventisei i primi posti assegnati ad atleti udinesi, presenti in tutte le classi d’età. Cinque gli esordienti A (U13), Melissa Fiorenza (Sport Team Udine), Giada Slongo (Dojo Udine), Andrea Pitis (Kuroki Tarcento), Elia Benfatto, Filippo Rizzi (Shimai Dojo Fagagna), sette esordienti B (U15), Anna Lucia Fumo, Leonie Chiozza, Francesco Nocent (Sport Team), Lisa Ciroi, Lorenzo Roncastri (Dlf Yama Arashi), Andrea Forabosco, Iacopo Bardus (Kuroki), otto i cadetti (U18), Anna Bretti (Dojo Udine), Sofia Cittaro, Michelle Kamano, Francesco Cargnelutti, Leonardo Di Marco (Dlf Yama Arashi), Asya Tavano, Cristian Voolokaran, Federico Lo Gatto (Sport Team), sei gli junior-senior, Jessica Tosoratti, Laura Scano, Agnese Piccoli (Dlf Yama Arashi), Lara Mari, Betty Vuk (Judo Tolmezzo), Gino Gianmarco Stefanel (Kuroki). Tanti nomi di club diversi, numeri e medaglie che raccontano di un 2018 intenso e ricchissimo di soddisfazioni, per prepararsi ad affrontare il nuovo anno con l’obiettivo e l’energia giusta per fare ancora meglio.

I commenti sono chiusi