Dlf Yama Arashi Udine, un altro Città di Pordenone in bacheca

Il Dlf Yama Arashi Udine si è aggiudicato la 42esima edizione del Trofeo internazionale Città di Pordenone, manifestazione organizzata dal Sekai Budo che ha registrato la partecipazione di 248 atleti di 32 club. Con quattro primi posti, cinque secondi e cinque terzi, il club udinese ha ottenuto il quinto successo in sei anni al Città di Pordenone, interrotto dalla Ginnastica triestina nel 2017. Con quattordici atleti sul podio e Damiano Lunardo, Diego Mortal, Lorenzo Roncastri e Lisa Ciroi al primo posto, il Dlf Yama Arashi è dunque risalito ancora una volta sul gradino più alto del podio riservato alle società, seguito da Sport Team Udine e Polisportiva Villanova, seconde a pari merito e, subito dietro, lo Skorpion Pordenone. Sono stati i club regionali dunque, a farla da padroni, nonostante la presenza di team qualificati come gli sloveni del Sankaku Celje, quinti in classifica con quattro primi posti, la metà delle medaglie d’oro che non sono andate al collo degli atleti FVG. Dei 58 primi posti premiati da Mauro Basso, presidente del Sekai Budo Pordenone, ben 51 se li sono aggiudicati gli atleti regionali e per 21 volte la medaglia d’oro è andata al collo degli atleti di società della provincia di Pordenone, 17 di Udine, 12 di Trieste ed 1 di Gorizia. La Palestra Franco Gallini ha ospitato anche la 14esima edizione del Trofeo di Kata, vinto dalla Masayume di Fiumicello su Kiai Portogruaro e Kuroki e la qualificazione regionale per la finale del Trofeo Coni, in programma a Rimini il 20-23 settembre, che ha promosso i seguenti atleti che gareggeranno a squadre come rappresentativa FVG: per il Judo, Gabriele Finzi (Team trieste), Elia Benfatto e Filippo Rizzi (Shimai Fagagna), Rossella Ruberti (A&R Trieste) e Sara Mitrovic (Ken Otani Trieste); per il Karate, Edoardo De Palma (Bushido Udine), Samuel Aizza, Rocco Bernobich, Martina Prasel, Camilla Puopol (Karate Do Trieste); per la Lotta, Thomas Del Prete, Lorenzo Cossio, Christian Del Prete, Marianna Puliafito (Nova Auxilia Mortegliano). È stata inoltre l’occasione per la consegna ufficiale dell’8° dan al Maestro Benemerito Palmiro Gaio, più alto grado in regione per uno dei padri storici del judo FVG, la targa della Fondazione Pellicone a Kenny Bedel per il campione italiano juniores più giovane nelle categorie maschili 2018.
42 trofeo int judo citta pordenone 2018_ RISULTATI

I commenti sono chiusi