I 'bronzi di Catania' sono Gino, Lau e Sere, è il primo judo-tris per il CUS Udine

Catania, 11 giugno 2017. È festa grande per il CUS Udine che, nel Campionato Nazionale Universitario a Catania, ha conquistato tre medaglie di bronzo nelle gare di judo con Gino Gianmarco Stefanel, Laura Scano e Serena Callegari. È certamente un buon inizio per il Cus udinese nella manifestazione tricolore, ma per il judo in particolare è un vero e proprio primato. Non era ancora accaduto infatti, che il Cus Udine conquistasse tre medaglie nel judo in una sola edizione. Gino Gianmarco Stefanel, terzo nei 66 kg, ha riportato fra l’altro una medaglia ‘maschile’ che mancava dal 2012, quando fu Alessandro Cugini a piazzarsi terzo nella stessa categoria. “Sono contento per com’è andata, perché è la prima medaglia che vinco in un campionato italiano. – ha detto Stefanel - Fisicamente stavo bene, ma è stata ugualmente dura, perché due incontri sono proseguiti con il golden score. Certo, mi sarebbe piaciuto giocarmi la finale per l’oro – ha concluso - ma in semifinale ho pagato lo sforzo dell'incontro precedente, avevo speso proprio tutto. In fin dei conti, mi sento soddisfatto”. È soddisfatta anche Laura Scano, terza nei 63 kg: “Dopo il quinto posto dell'anno scorso sono contenta per questa medaglia e le buone sensazioni che sto ritrovando – ha detto - anche perché il livello è stato buono nonostante la partecipazione contenuta. Mi auguro che l'anno prossimo la medaglia possa essere ancora più pregiata”. Serena Callegari ha conquistato il terzo posto nei 70 kg e ha incontrato Carola Paissoni, campionessa italiana assoluta in carica. “Sono dispiaciuta – ha detto Serena - perchè ho combattuto solo con Paissoni e non ho potuto confrontarmi con le altre avversarie. Mi ha fatto soffrire molto sulle prese, ma è il mio primo anno all’Università e nei prossimi anni potrò migliorare molto. Anche il risultato”. Serena Callegari non poteva sapere ovviamente, che anche con quel solo incontro, ha conquistato la terza medaglia per il CUS Udine che vale, comunque, un piccolo record.


I commenti sono chiusi