Mondiali ad Astana, il commento di Odette Giuffrida ed Elio Verde

Astana, 25 agosto 2015. Odette Giuffrida (20 anni), quinta nei 52 kg: “Mmm, in questo momento non so davvero che dire, forse è ancora troppo presto, forse dovrei far passare ancora un attimo e riflettere a mente fredda. In questo momento mi sento molto dispiaciuta. Un’altra medaglia di legno, un’altra volta così vicina e subito dopo così lontana da un grande obiettivo e sogno!!! Ma una cosa te la posso dire con sicurezza: credo molto in Dio e mi fido ciecamente di Lui e di quello che Lui sta preparando per la mia vita!! Ho ancora tantissime cose da migliorare, ma sono positiva e fiduciosa sul lavoro che sto facendo con il mio allenatore Dario Romano!! Obiettivo: l’oro olimpico!!!!”.
Elio Verde (27 anni), settimo nei 66 kg: “Sono contento per il piazzamento, ma contento fra virgolette, perché era da un po’ che una gara così importante non la finivo. Sono anche un po’ rammaricato perché mi sentivo bene e ho battuto anche la testa di serie, quindi mi aspettavo un po’ di più verso la fine, ho fatto un incontro un po’ strano con Pollack, per andare in semifinale, un pò lungo e un po’ storto, però sono contento che ho fatto un sacco d’incontri a questi livelli”.
Ritieni che le polemiche delle ultime settimane ti abbiano condizionato in qualche modo?
“Mi è dispiaciuto quello che è successo, perché alla fine era giusto che Pino ci seguisse fino a Rio, in qualsiasi caso. È normale le cose stanno andando male, un po’ per la squadra, ma è anche “normale” perché abbiamo iniziato un anno e mezzo dopo con le ranking e tutto, poi abbiamo fatto sempre gare di alto spessore, beccando al primo o secondo incontro uno dei primi dieci al mondo, quindi non hai nemmeno il modo di finire la gara e questo condiziona molto tutto il lavoro, perché non prendi i punti. Tutta la faccenda l’ho presa nel modo migliore per affrontare un mondiale, con grande tranquillità”.
er__28q0930 er_img_0403 er_img_0412 er_img_0451

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento