«Più investimenti, meno spese correnti», Sabelli ai dipendenti di Sport e Salute

«Conto sul vostro aiuto per arrivare a capire il più rapidamente e il meglio possibile i fondamentali strategici e le dinamiche operative dell’attività sportiva». Rocco Sabelli debutta da presidente-ad con una lettera inviata a tutti i dipendenti di Sport e Salute. Ricorda «la volontà politica di imprimere una discontinuità, che ha generato legittime aspettative e qualche inevitabile resistenza», da affrontare anche «col dovuto pragmatismo». Poi dà un’indicazione: «Bisognerà alzare ulteriormente i livelli del rigore gestionale e dell’etica dei comportamenti».

Nuove «fonti» Quindi l’ampliamento della «missione della Società». Citando scuola, prevenzione Sanitaria, infrastrutture. Ma anche l’obiettivo di individuare «fonti e modelli finanziari nuovi orientando la spesa agli investimenti piuttosto che alle sole esigenze correnti», e la ridefinizione del «Territorio», riferimento a comitati regionali e Coni point, scegliendo «direttrici di intervento prioritarie» e maggiori sinergie «con le strutture territoriali delle Federazioni, le Discipline Associate, gli Enti di Promozione, le Bemerite e i Gruppi Sportivi Militari». Infine l’invito per «suggerimenti, riflessioni ed anche osservazioni». Allegando anche il suo indirizzo di posta elettronica.

Valerio Piccioni - La Gazzetta dello Sport (martedì 14 maggio 2019)

I commenti sono chiusi