Vuk, Origgi e Turini sconfitti a Gyor, Italia agguerrita per l’EYOF a squadre

Gyor, 28 luglio 2017. Non c’è verso! L’ETO Stadium a Gyor sembra proprio non voler sorridere agli azzurrini del judo ed anche la quarta giornata di questo 14° European Youth Olympic Festival si è conclusa senza medaglie. Betty Vuk nei 70 kg, Vanessa Origgi nei +70 kg e Lorenzo Turini nei +90 kg sono stati sconfitti al primo incontro e in tutti e tre i casi non si è aperta la possibilità di ricombattere nei recuperi. “Betty è salita molto contratta con l’olandese che l’aveva già battuta a Zagabria. – ha commentato il coach Raffaele Toniolo - Purtroppo non è riuscita ad esprimersi al meglio e la sua gara è finita subito. Lorenzo ha combattuto al meglio delle sue possibilità riuscendo a recuperare uno svantaggio iniziale con un bel seoi, ma nel Golden Score non è riuscito a rimanere lucido e l’energia del moldavo ha avuto la meglio. Vanessa ha iniziato bene, poi però si è ‘assopita’ e al Golden Score ha buttato un incontro praticamente già vinto. Domani – ha concluso Toniolo - per la gara a squadre i ragazzi dovranno tirare fuori tutto quello che hanno, tenendo conto anche degli infortuni sopraggiunti ad Elisa, Betty e Michele che certo non aiutano, ma sono sicuro che ci sarà l’impegno di tutti”. C’è delusione nel commento raccolto dagli azzurrini, ma dalle loro parole si coglie anche la giusta e sincera voglia di rifarsi prontamente. “Sono delusa perché conosco le mie potenzialità – ha detto Betty Vuk - e non ho saputo sfruttarle a causa della tensione e di un problema al gomito. Volevo dimostrare quanto valgo e ciò che sono davvero, ma a quanto pare non è ancora il mio momento”. “Mi dispiace molto per come è andata questa mattina, - ha detto Vanessa Origgi - so che avrei potuto fare di meglio; all’inizio stavo bene, però una volta salita sul tatami mi sono molto agitata, la tensione ha preso il sopravvento e le cose non sono andate come avrei voluto. Spero di rifarmi domani nella gara a squadre”. “Oggi mi sentivo carico, ma non sono riuscito a dimostrare quello che avrei voluto, - è il commento di Lorenzo Turini - ho cercato di fare bene, ma potevo fare di più... ora però penso a rimanere concentrato per domani”. Il commento tecnico sulla quarta giornata affidato ad Alessandro Comi: “Il protagonista indiscusso di oggi è stato l'idolo locale Richard Sipocz, che ha sbaragliato i pesi massimi conquistando la finalissima con un formidabile okuri ashi barai, ma non sono stati meno incisivi i due georgiani Sophio Somkhishvili e Mikheili Bekauri: la prima si è confermata regina indiscussa delle supermassime, mettendo a segno il secondo oro consecutivo dopo l’Europeo a Kaunas, mentre Bekauri, che agli Europei è stato battuto in finale da Enrico Bergamelli piazzandosi al secondo posto, ha conquistato la medaglia d’oro mostrandosi il migliore sul campo”.
EYOF 2017 - results day 4

I commenti sono chiusi