La vittoria rompi-ghiaccio di Medves e Tosolini nell’European Open a Ostia

Ostia, 14 febbraio 2015. Matteo Medves, Ermes Tosolini e la vittoria che rompe il ghiaccio. L’esordio con la maglia azzurra della nazionale senior in occasione dell’European Judo Open Men, torneo di qualificazione olimpica a Ostia con duecentosette atleti da 37 nazioni, è stato segnato dal successo incassato al primo turno di gara sia dal portacolori del Dlf Yama Arashi Udine nei 66, che dal campione italiano assoluto dei 73 kg. Matteo Medves con lo spagnolo Alvaro Rios Salam e l’udinese Ermes Tosolini con il mozambicano Edson Madeira, hanno rotto il ghiaccio con una vittoria che ha confermato per entrambi qualità e potenzialità, anche se poi sono stati costretti a fermarsi. L’alto livello del torneo e due avversari di spessore quali Sergiu Oleinic (Por) e Arthur Margelidon (Can), hanno fatto sì che l’esordio nella corsa olimpica di Medves e Tosolini si concludesse così, al secondo turno. “Mi ha fatto piacere essere convocato per una gara così importante – ha detto Matteo Medves – e l’emozione si è fatta sentire anche nelle piccole cose, ero in piedi prima che suonasse la sveglia e dopo il riscaldamento mi sono sentito ancora contratto. Nel primo turno sono riuscito a superare le difficoltà, mentre nel secondo mi è mancato quel qualcosa in più che fa la differenza, ma da domani si riparte a lavorare per diventare migliori”. Un’analisi serena è anche quella di Ermes Tosolini, che a fine gara ha detto: “Speravo di approdare almeno alla zona punti per dimostrare di essere in grado di salire sul podio, ma mi è mancata la reazione giusta nel momento critico. Certo, l’emozione si è fatta sentire, ma sono consapevole di aver fatto tutto il mio dovere e sono pronto a riprendere ad allenarmi duramente già da domani”.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento