Tricolori a squadre, quinto posto per le ragazze del Dlf Yama Arashi

Lignano, 7 dicembre 2013. La fascia tricolore di campione d’Italia a squadre è andata all’Akiyama Settimo maschile ed alle Fiamme Gialle femminili al termine della prima, emozionante giornata della manifestazione organizzata nel Palagetur da Kuroki Tarcento e Sport Team Udine. Le soddisfazioni per i colori friulani però, non sono mancate grazie alle due formazioni in gara il Dlf Yama Arashi Udine, quinto nella gara femminile ed il Kuroki Tarcento, che ha lottato con grande generosità in quella maschile. Le ragazze del Dlf Yama Arashi Udine si sono presentate con Martina Loiacono (52), Jessica Tosoratti, Eugenia Lui (57), Elisa Cittaro, Laura Scano (63), Agnese Piccoli (70), Giulia Zuliani (+70) e sono giunte fino ai piedi del podio tricolore. È stata un’ottima prova quella del team udinese guidato da coach Matteo Formiconi, che è iniziata con le vittorie ottenute sulle toscane del Ren Shu Kan Marina (3-2 con vittorie di Martina Loiacono, Jessica Tosoratti e Agnese Piccoli) e sul Sinergy Lodi (4-1 con vittorie di Martina Loiacono, Laura Scano, Agnese Piccoli, Giulia Zuliani). In semifinale le udinesi sono state travolte dalle Fiamme Gialle (0-5) avviate alla conquista del secondo titolo tricolore consecutivo, mentre nella finale per il terzo posto si sono giocate alla pari ogni singolo incontro con le Fiamme Oro, nonostante il risultato finale (1-4, vittoria di Laura Scano) sia più severo di quanto espresso sul tatami. Le Fiamme Gialle hanno vinto il secondo titolo consecutivo superando in finale (4-1) l’Akiyama Settimo e sono salite sul podio assieme a Fiamme Oro e Fitness Club Nuova Florida Roma, terze. In campo maschile il Kuroki Tarcento, che ha schierato Gino Gianmarco Stefanel, Valeriu Mircea, Jasenko Centic, Fabio Pantè, Francesco Trevisiol, Andrea Luri, è stato fermato al primo turno dal Judo Camerano (2-3) e nei recuperi dal Robur et Fides Varese (2-3), ma ha saputo mettere ancora una volta il cuore sul tatami, nonostante l’oneroso impegno organizzativo. Spettacolare la finale per il titolo maschile che ha visto l’Akiyama Settimo Torinese andare sotto per 0-2 con le Fiamme Oro, ma recuperare e quindi aggiudicarsi il titolo per 3-2 con una rimonta incredibile. Terzo gradino del podio per il Judo Camerano ed il Ceracchini Cagliari, 4-1 alle Fiamme Gialle rimaste a secco.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento