Accogli e Simonetti sul podio a Baku, l’Italia U18 fra le prime agli EYOF

Argento per Daniele Accogli, bronzo per Erica Simonetti e quinto posto per Carolina Mengucci e Jean Carletti. Terza giornata a Baku con l’European Youth Olympic Festival e gli azzurri rimangono fra i protagonisti principali disputando quattro finali e conquistando altre due medaglie che, per il medagliere individuale, valgono il sesto posto. “È stata un’altra bella giornata, questa, per i colori azzurri – ha detto Raffaelel Toniolo - con l’argento di Daniele Accogli, che si è confermato ancora sul podio dopo l’argento ottenuto agli Europei a Varsavia. Una gara impeccabile la sua, peccato per l'incidente al ginocchio in finale che, a 20" dalla fine, è stato costretto al ritiro, proprio quando l’avversario francese stava per cedere al suo potente koshi jime. Si è confermata sul podio anche Erica Simonetti che, dopo l’oro a Varsavia, si è messa al collo anche il bronzo EYOF. Buone gare per Mengucci e Carletti anche se si sono fermati al quinto posto. Su 12 atleti che abbiamo portato in gara, ben 11 si sono piazzati nei primi 7, mentre 9 hanno disputato una finale medaglia. Ora però dobbiamo rimanere concentrati perché domani ci attende la gara a squadre, nella quale cercheremo di dare il massimo”. “Peccato per la finale.... – ha detto invece Daniele Accogli - oggi ero davvero in gran forma... Arriverà il giorno in cui dimostrerò veramente quanto valgo.... ringrazio la mia splendida famiglia ed il Banzai Cortina Roma...”. “La gara di oggi è stata per me molto difficile. – è stato invece il commento di Erica Simonetti - Fisicamente stavo male, ma mi sono svegliata con l’idea e la voglia di vincere. Purtroppo non è andata così e un pò mi dispiace, quindi non sono soddisfatta al 100%, ma non mi fermo qui. Oggi è andata così, domani chissà. Ringrazio i tecnici della Nazionale Italiana che oggi mi hanno supportato più che mai. Questa medaglia, purtroppo di bronzo, è dedicata a Nadia Simeoli che mi è rimasta accanto per tutta l’annata e lo farà ancora”.

Daniele Accogli, secondo nei 90 kg, ha vinto su Attila Ijjas (Hun), 10, ha vinto su Roy Sivan (Isr), 01, ha vinto su Alex Cret (Rou), 10, ha perso da Kenny Liveze (Fra), 10

Erica Simonetti, terza nei +70 kg, ha vinto su Alexandreìa Morais (Por), 10, ha perso da Carmen Dijkstra (Ned), 10, ha vinto su Liz Ngelebeya (Fra), 10

Carolina Mungucci, quinta nei 70 kg, ha vinto su Jessica Fortner (Aut), 01, ha vinto su Una Dolgilevica (Lat), 10, ha perso da Yael Van Heemst (Ned), ha perso da Juliette Diollot (Fra), 10

Jean Carletti, quinto nei +90 kg, ha vinto su Mathias Anglionin (Fra), 10, ha vinto su Munir Ertug (Tur), 10, ha perso da Akhmed Magomadov (Rus), 10, ha perso da Giga Tatiashvili (Geo), 01

Così sul podio nella 3^ giornata…

70: 1) Ai Tsunoda Roustant (Esp), 2) Yael Van Heemst (Ned), 3) Juliette Diollot (Fra) e Anna Monta Olek (Ger)

+70: 1) Hilal Ozturk (Tur), 2) Carmen Dijkstra (Ned), 3) Erica Simonetti (Ita) e Gvantsa Somkhishvili (Geo)

81: 1) Arnaud Aregba (Fra), 2) Akaki Japaridze (Geo), 3) Magerram Imamverdiev (Aze) e Tymur Valieiev (Ukr)

90: 1) Kenny Liveze (Fra), 2) Daniele Accogli (Ita), 3) Tornike Poladishvili (Geo) e Adam Sangariev (Rus)

+90: 1) Huseyn Mammedov (Aze), 2) Akhmed Magomadov (Rus), 3) Mathias Anglionin (Fra) e Giga Tatiashvili (Geo)

JUDO – Brilla l’oro di Luigi Centracchio e l’Italia con lui, Veronica Toniolo terza

Luigi Centracchio ha conquistato la medaglia d’oro e Veronica Toniolo quella di bronzo a Baku, nella seconda giornata dell’European Youth Olympic Festival. C’è anche l’Italia dunque, fra le otto nazioni che hanno potuto intonare l’inno in queste prime due giornate degli EYOF ed è avvenuto grazie alla strepitosa gara di Luigi Centracchio che, nei 73 kg, ha dominato fisicamente e tecnicamente gli avversari, compreso Vugar Talibov, il portabandiera dell’Azerbaijan che dopo aver vinto l’oro ai Youth Olympic Games a Buenos Aires, era atteso alla conferma europea. Luigi Centracchio ha messo in fila le vittorie su Panagiotis Shakos (Cyp), Alexandre Tama (Fra), Rodrigo Pires (Por) per arrivare alla finale con Vugar Talibov, con il quale ha confezionato il match perfetto. Wazari e ippon, ed anche l’arena azera, pur delusa, ma ha applaudito il giovane azzurro. Anche la gara di Veronica Toniolo è stata impeccabile, ma la sconfitta è arrivata ugualmente, improvvisa ed inattesa, come talvolta accade anche ai più forti. Per lei c’è stata la vittoria su Ruth Lavy (Isr) e poi un’altra su Tatum Keen (Gbr), prima di ‘scivolare’ con Ariane Toro Soler (Esp). Il carattere di Veronica ha saputo mettere da parte le emozioni negative e, per la medaglia di bronzo ha confezionato un altro ippon sulla portoghese Teresa Santos. Antonietta Palumbo infine, si è dovuta accontentare del 7° posto nei 57 kg, e dopo aver vinto con Romi Dori (Isr), ha perso con Kseniia Galitskaia (Rus), quindi ha vinto il recupero con Tijasa Rozman Muha (Slo) e perso con Florentina Ivanescu (Rou). “Bellissima giornata per i colori azzurri oggi a Baku – ha commentato Alessandro Piccirillo - oro fenomenale di Luigi Centracchio che ha tritato tutti gli avversari e ammutolito l’intero palazzetto venuto a tifare per il portabandiera azero.  Bella prova anche di Veronica Toniolo che, dopo l’oro Europeo a Varsavia, si è messa al collo anche il bronzo EYOF. Peccato per l’unico errore della giornata, che ha privato la triestina dell’oro che avrebbe meritato. Domani sarà un'altra giornata importante e rimaniamo concentrati”. Venerdì sono in gara le categorie femminili dei -70 e +70 kg e maschili degli -81, 90 e +90 kg, con quattro azzurri impegnati, Carolina Mengucci (70), Erica Simonetti (+70), Daniele Accogli (90), Jean Carletti (+90). Così sul podio nella 2^ giornata…

52: 1) Elin Henninger (Ned); 2) Ariane Toro Soler (Esp); 3) Alexandra Pasca (Rou) e Veronica Toniolo (Ita)

57: 1) Ozlem Yildiz (Tur); 2) Kseniia Galitskaia (Rus); 3) Samira Bock (Ger) e Alexe Wagemaker (Ned)

63: 1) Joanne Van Lieshout (Ned); 2) Katarina Kristo (Cro); 3) Yuliia Kurchenko (Ukr) e Laura Vazquez Fernandez (Esp)

66: 1) Saikhan Shabikhanov (Rus); 2) Serhii Nebotov (Ukr); 3) Daniel Szegedi (Hun) e Michail Tsoutlasvili (Gre)

73: 1) Luigi Centracchio (Ita); 2) Vugar Talibov (Aze); 3) Aleksandar Rajicic (Srb) e Jelle Van Teijlingen (Ned)

Luigi Centracchio, 1° posto nei 73 kg, ha vinto con Panagiotis Shakos (Cyp), 10, vinto con Alexandre Tama (Fra), 01, vinto con Rodrigo Pires (Por), 10, vinto con Vugar Talibov (Aze), 10

Veronica Toniolo, 3° posto nei 52 kg, ha vinto con Ruth Lavy (Isr), 10, con Tatum Keen (Gbr), 10, ha perso con Ariane Toro Soler (Esp), 10, ha vinto con Teresa Santos (Por), 10

Antonietta Palumbo, 7° posto nei 57 kg, ha vinto con Romi Dori (Isr), S3, ha perso con Kseniia Galitskaia (Rus), 10, ha vinto con Tijasa Rozman Muha (Slo), 01, ha perso con Florentina Ivanescu (Rou), 10

JUDO – Avanzato terza, Scatolino e Skenderi quinti nella prima giornata EYOF a Baku

È subito medaglia per l’Italia U18 a Baku, dove sono iniziate le gare di judo dell’European Youth Olympic Festival, si tratta della medaglia di bronzo andata al collo di Carlotta Avanzato nei 48 kg. Ma questa prima giornata, che ha visto impegnati cinque atleti azzurri, ha portato anche due quinti posti, con Thomas Scatolino nei 50 kg e Vincenzo Skenderi nei 55 kg, un settimo con Giulia Giorgi nei 44 kg, mentre Simone Aversa non è riuscito a classificarsi nei 60 kg. “Tutto sommato sono contenta di come ho combattuto oggi – ha detto Carlotta Avanzato - anche se questo non era il risultato che speravo di ottenere. Mi sentivo molto carica e desiderosa di prendere la medaglia d’oro, ma purtroppo mi sono dovuta accontentare di un terzo posto, una medaglia comunque importante e di valore”. “È una giornata che lascia parecchio amaro in bocca – è stato invece il commento del tecnico azzurro Raffaele Toniolo - le due medaglie di legno di oggi pesano, perché abbiamo la consapevolezza che potevano essere molto di più. E' necessario che i nostri ragazzi si responsabilizzino e si concentrino maggiormente dando il meglio negli incontri più critici invece di appellarsi alle ingiustizie arbitrali subite. È quello che ha fatto Carlotta Avanzato, che oggi ha disputato un’ottima gara: dopo un periodo di stop è tornata in ottima forma e ha fatto fruttare al meglio il lungo lavoro di preparazione a cui si è sottoposta... sapevamo che avrebbe fatto davvero bene. È un’atleta di alto profilo che, in tre anni nella nazionale Cadetti, ha sempre portato all’Italia medaglie nei maggiori eventi. Carlotta viene da una stagione che l’ha vista ferma parecchio per un infortunio al ginocchio, ma rispetto all’Europa Cup a Coimbra di due mesi fa è cresciuta molto e questo è importante in vista della gara clou dell’anno, il Mondiale in Kazakistan”. Questi i percorsi degli azzurrini. Giulia Giorgi (44), 7° posto, perso con Joshlyn Supusepa (Ned), 10; vinto con Lolita Gabunia (Geo), 10; perso con Anne Brebinaru (Rou), 10; Carlotta Avanzato (48), 3° posto, vinto con Diana Sterman (Slo), 10; vinto con Indy Godschalk (Ned), 3S; perso con Raquel Brito (Por), 10; vinto con Jule Ziegler (Ger), 01; Thomas Scatolino (50), 5° posto, vinto con Douglas Fleming (Gbr), 10; perso da Nika Bachiashvili (Geo), 10-01; vinto con Marcus Auer (Aut), 10; vinto con Sergei Mastriukov (Rus), 01; perso con Mykyta Holoborodko (Ukr), 01; Vincenzo Skenderi (55), 5° posto, vinto con Artur Patemian (Gbr), 10; perso con Robbe Demets (Bel), 01; vinto con Andrei Dolgov (Rus), 10; vinto con Yafim Vitkouski (Blr), 10; perso con Bence Farkas (Hun), 10-01; Simone Aversa (60), vinto con Elijus Jokubenas (Ltu), 3S; perso con Andrejs Skomorohovs (Lat), 10. Giovedì, seconda giornata di gare con le categorie femminili -52, -57, -63 kg e maschili -66, -73 kg, tre gli azzurrini in gara: Veronica Toniolo (52), Antonietta Palumbo (57), Luigi Centracchio (73). Così sul podio nella 1^ giornata…

40: 1) Giorgia Hagianu (Rou), 2) Muberra Gunes (Tur), 3) Ghjuliana Ballo (Fra) e Paulina Turcan (Mda); 44: 1) Merve Azak (Tur), 2) Anastasiia Balaban (Bul), 3) Gulshan Bashirova (Aze) e Marina Vorobeva (Rus); 48: 1) Ana Viktorija Puljiz (Cro), 2) Raquel Brito (Por), 3) Carlotta Avanzato (Ita) e Celine Dierickx (Bel); 50: 1) Nika Bachiashvili (Geo), 2) Alexandru Matei (Rou), 3) Mykyta Holoborodko (Ukr) e Romain Valadier Picard (Fra); 55: 1) Berat Bahadir (Tur), 2) Robbe Demets (Bel), 3) Bence Farkas (Hun) e Shukran Zamanli (Aze); 60: 1) Turan Bayramov (Aze), 2) Rizvan Magomadov (Rus), 3) Georgios Balarjishvili (Cyp) e Viljar Lipard (Est)

I commenti sono chiusi