Podio F JU-SE copia

"Abbiamo avuto un'opportunità, ci siamo fatte trovare pronte"

Giorgia Rossi, Jessica Tosoratti, Elisa Cittaro, Giada Medves, Laura Scano, Serena Callegari, Agnese Piccoli, sono le sette ragazze che, a Ostia, si sono laureate Vicecampionesse d’Italia nella massima serie, la A1! Si tratta di un risultato straordinario, non tanto per la squadra femminile del Dlf Yama Arashi Udine che ai tempi di Letizia Pinosio, l’attuale presidente del club, salì sul podio tricolore a squadre per nove volte in dieci anni, quanto per l’incredibile serie di circostanze che ha contribuito alla realizzazione di questo risultato eccezionale ed assolutamente inatteso. Motivate dal bel terzo posto ottenuto l’anno scorso in A2, le ragazze guidate da Milena Lovato erano pronte per affrontare un altro torneo di seconda serie quando, alla vigilia della gara, c’è stato il ripescaggio in A1. “Trovarci in questo modo in A1 ci ha un po’ spiazzato – ha detto Agnese Piccoli, capitano della squadra – ma al tempo stesso ci ha caricate di più, consapevoli della grande opportunità. Mai come in quest’occasione abbiamo percepito la grande forza di essere squadra, condividendo la prova con i nostri coach, gli stessi che in passato sono stati a loro volta protagonisti di queste battaglie. E tutto è diventato magico”. Ma le peripezie non erano ancora finite, perché il sorteggio della A1 è stato rifatto perchè non era stata registrata la rinuncia delle Fiamme Gialle, campionesse uscenti, e quella presenza nel tabellone avrebbe falsato la gara. Quando, finalmente per tutti, è arrivato il momento di combattere il Dlf Yama Arashi Udine si è trovato a disputare la semifinale con il Dojo Equipe Bologna. “Questa volta più che mai ci siamo espresse oltre i nostri limiti e abbiamo fatto la differenza! – ha detto ancora Agnese – ed è stato decisivo di fronte ad una squadra forte come il Dojo Equipe Bologna. Di fronte alla situazione complicata abbiamo dato il meglio ed anche in finale, nonostante la differenza il più forte Akiyama, tutte hanno lottato anche per un solo centimetro, credendoci e provandoci fino all’ultimo. Sono fiera e orgogliosa di questa squadra e sento che questa medaglia è solo un punto di partenza. Prima o poi, vinceremo il titolo!”. È stato un campionato davvero speciale, anche per Ginnastica Triestina, bronzo in A1 con le cadette, Skorpion Pordenone, bronzo in A2 con i cadetti, seguito dal Dlf Yama Arashi quinto, ma bene hanno lottato anche negli junior-senior Kuroki Tarcento e Dojo Udine e nei cadetti lo Sport Team Udine.

L'articolo ti è piaciuto?
Condividilo sui social!

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
In evidenza

Articoli recenti

L’importanza dell’AGONISMO

Alpeadriajudo si pregia offrire ospitalità al Maestro Pierluigi Comino che presenta una serie di articoli su JUDO attualità, laddove “per attualità intendo anche riferimenti utili ad

Leggi tutto »