Cristiana Pallavicino al webinar Veteran Vibes dell’EJU

Domani, sabato 10 aprile dalle 10.30 alle 12, l’European Judo Union ha organizzato un webinar dedicato al mondo dei veterani. Saranno 6 gli speaker provenienti da diversi paesi europei e l’Italia sarà rappresentata dalla nostra Cristiana Pallavicino.
Abbiamo voluto fare quattro chiacchiere con lei per capire come si svolgerà l’incontro, ma soprattutto per approfondire alcuni aspetti di questa classe d’età che conta molti judoka in tutto il mondo.

Di cosa si parlerà in questo webinar? E come ci si potrà accedere?
“Il proposito del webinar è di dare una proposta al movimento dei veterani, soprattutto in un momento così difficile come quello della pandemia in corso. Si può accedere tramite un link zoom (che trovate a fondo pagina ndr), dove bisogna registrarsi e specificare la lingua di preferenza. L’italiano non è incluso nell’elenco iniziale, ma durante il webinar sarà possibile selezionarlo per la traduzione live.”

Quali pensi siano le differenze tra mondo master e mondo “agonistico”? 
“Diciamo che per i più giovani dei veterani non esiste una vera differenza, si guarda tutto nello stesso modo, come se fosse una gara senior. La voglia di vincere è la stessa, ci si allena al massimo come si può, visto che molti comunque lavorano e devono sfruttare i momenti disponibili per prepararsi. Credo che fino alle classi M5/F5, fino a praticamente ai 50 anni d’età, le persone non abbiano obiettivi così distanti, come ad esempio vincere un mondiale o un europeo.
Da quest’età in poi, invece, cambiano un po’ le cose, perché anche proprio a livello fisico non si riesce più ad avere la stessa prestanza. Se una persona continua a gareggiare è perché le piace, perché vuole vincere, perché si diverte, perché incontra gli amici. Cambia un po’ la percezione delle cose.
Diciamo che a nessuno piace perdere, nemmeno i più anziani vanno a gareggiare solo per partecipare, ma non c’è solo questo.
Tutti noi cerchiamo di continuare ad allenarci il meglio che possiamo, andiamo a gareggiare perché possiamo vincere, perché ci piace la competizione, perché ce la possiamo ancora fare. ”

Ora che tutto fermo nel mondo master, cosa fai?
“Ora che è tutto fermo, faccio quello che posso. Ho la fortuna di vivere in una piccola frazione e di avere dietro casa mia l’aperta campagna, quindi mi dedico a lunghe camminate. Inoltre cerco sempre di seguire due allenamenti a settimana online tenuti dal mio club. Probabilmente riprenderò a seguire anche altre forme di allenamento stile tabata negli altri giorni settimanali per integrare l’attività fisica e riportare in forma il mio corpo.”

Quali sono i tuoi obiettivi ora?
“I miei obiettivi ora sono rimettermi nella mia migliore forma, rimettere su massa muscolare ed essere pronta per la prossima edizione dei mondiali veterani, sperando la competizione sia aperta anche alla mia categoria d’età. Se un domani poi non potrò più fare judo o competere, dovrò trovare un altro sbocco, perché sono una persona estremamente competitiva, soprattutto con me stessa.
Un altro obiettivo che ho è quello di dare il mio contributo per cercare di rendere il mondo dei veterani più aperto e di farlo crescere al meglio possibile.”

Appuntamento quindi a domani con il webinar Veteran Vibes che trovate cliccando su questo link

I commenti sono chiusi