Federazioni: il nuovo voto prorogato fino a ottobre 2021

Elezioni in ordine sparso. Giunta e consiglio nazionale del Coni hanno dato il via libera alla delibera che cambia la tempistica del rinnovo delle cariche nelle federazioni. L’emergenza Covid e lo spostamento dell’Olimpiade hanno reso necessario un «cambiamento di buon senso» (parole di Malagò). La finestra elettorale si allarga. «Da settembre 2020 al 17 ottobre del 2021». Subito dopo, ed entro il 2021, le elezioni al Coni. Bisogna però aspettare il silenzio-assenso (o l’eventuale richiesta di modifiche) in 20 giorni della vigilanza governativa. Ogni federazione deciderà quindi anche tenendo conto delle sue regole internazionali. La prima a votare sarà il nuoto, il 5 settembre. Il basket ha scelto l’ultima settimana di gennaio, il calcio sta pensando all’8 marzo 2021, atletica e ciclismo andranno alle urne dopo i Giochi Olimpici.

Legge in arrivo

Nella delibera approvata ieri c’è però una frase, «salvo diverse determinazioni», che fa riferimento alla legge delega e all’eventualità di un cambio delle norme sui mandati. In alcune bozze della legge (il Governo originariamente doveva approvarla entro l’8 agosto, ma sulla carta c’è la possibilità di una proroga di tre mesi per il Covid, che non dovrebbe essere utilizzata) si era pensato di abolire la possibilità per i presidenti con tre mandati alle spalle, di ricandidarsi. Ma l’ipotesi sta perdendo quota. Spadafora promette di portare il testo della legge nel Cdm entro la fine di luglio. Fra le novità, l’autonomia amministrativa del Coni con la formula della pianta organica. Malagò è soddisfatto della soluzione trovata? «Assolutamente sì».

Valerio Piccioni - La Gazzetta dello Sport venerdì 3 luglio 2020

I commenti sono chiusi