Coppa Italia, in A1 Elisa Cittaro quinta, poi quattro settimi e Callegari infortunata

La Coppa Italia di serie A1 ha portato al Dlf Yama Arashi il quinto posto nei 57 kg di Elisa Cittaro e quattro settimi con Michelle Kamano, Laura Scano (63), Arianna Stacco (78) e Francesco Cargnelutti (66), oltre l’infortunio al ginocchio di Serena Callegari, che si è fermata così al primo turno dei 70 kg. È stato questo l’esito di una gara che, indipendentemente dal senso di opportunità che intende veicolare, è venuta meno su almeno due punti indicati nell’informativa della Coppa Italia, ovvero la gara si svolgerà su 5 tatami (6) ed eventuali modifiche saranno tempestivamente comunicate (5), inosservanze gravi perchè applicate in un contesto sperimentale. Questi i percorsi di gara degli atleti del club, Elisa Cittaro (57), quinta con due vittorie su Simona Boccotti e Beatrice Brienza, Michelle Kamano (63), settima con una vittoria su Sara Pellegrini, Laura Scano (63), settima, Serena Callegari (70), infortunata al primo turno con Maria Sole Momentè, Arianna Stacco (78), settima, Francesco Cargnelutti (66), settimo con due vittorie su Francesco Vicino e Matteo Armao.

Le classifiche della A1

48: 1. Alessia Ritieni (Fitness Club), 2. Silvia Drago (Titania Club), 3. Benedetta Baroni (Accademia Torino) e Flavia Fratti (Nippon Pomezia)

52: 1. Ylenia Monacò (Fitness Club), 2. Giulia Santini (Fitness Club), 3. Martina Lucia Scisciola (Kumiai) e Kenya Perna (Miriade)

57: 1. Tea Patri (Pro Recco Judo), 2. Rossella Boccola (Dojo Equipe Bologna), 3. Michela Piaggio (Pro Recco Judo) e Alice Cipriani (Fitness Club)

63: 1. Chiara Cacchione (Banzai Cortina), 2. Federica Luciano (Akiyama Settimo), 3. Alessia Trespine (Kumiai) e Giorgia Dalla Corte (Dojo Equipe Bologna)

70: 1. Cecilia Betemps (As Centro), 2. Ilaria Qualizza (Kumiai), 3. Maria Sole Momentè (Dojo Equipe Bologna) e Arianna Caccamo (Kumiai)

78: 1. Betty Vuk (Dojo Equipe Bologna), 2. Benedetta Sforza (Kodokan Cremona), 3. Irene Caleo (Judo Carrara) e Martina Cocco (Accademia Prato)

+78: 1. Eleonora Ghetti (Judo Mestre 2001), 2. Erica Simonetti (Akiyama Settimo), 3. Debora Sala (Cus Cosenza)

60: 1. Luca Carlino (Akiyama Settimo), 2. Angelo Lanzafame (Titania Club), 3. Gabriele Greco (Accademia Torino) e Filippo Cicciarella (Koizumi Scicli)

66: 1. Leonardo Valeriani (Center Parma), 2. Raimondo Degortes (Cs Olbia), 3. Luca La Fauci (Titania Club) e Gabriele Mancioppi (Pro Recco Judo)

73: 1. Luca Rubeca (Akiyama Settimo), 2. Davide Nuzzo (Banzai Cortina), 3. Renè Villanello (Akiyama Settimo) e Davide Ripandelli (Judo Preneste)

81: 1. Tiziano Falcone (Fitness Club), 2. Jimi Tchintcharauli (Franco Quarto), 3. Luca Guarino (Olimpia Monterotondo) e Jonathan Tarantini (Kodokan S.Angelo)

90: 1. Matteo Rovegno (Pro Recco Judo), 2. Alfredo Raia ((Nippon Club), 3. Alessio Galasso (Accademia Torino) e Gianluca Iudicelli (Accademia Torino)

100: 1. Claudio Pepoli (Judo Preneste), 2. Aldo Nasti (Gymnagar Futura), 3. Emanuele Graziani (Fitness Club) e Domenico Pappalardo (Titania Club)

+100: 1. Tiziano Di Federico (Judo Tor Lupara), 2. Valerio Menale (Fitness Club), 3. Pavel Gurghis (Judo Club Rho)

I commenti sono chiusi