Stati generali dello Sport Fvg, premiati 200 atleti

Gemona. Si è concluso con la premiazione dei 200 portacolori regionali che si sono fregiati di medaglie a livello assoluto ai campionati italiani, continentali e mondiali nel 2018 (Matteo Medves fra questi, ndr), l'evento FocuSport Fvg, tenutosi al Centro Glemonensis nel fine settimana. Questo dato è ancora più rilevante se si considera la pluralità delle discipline in cui tali successi sono maturati, dato che conferma l'ottimo momento in cui versa tutto il panorama sportivo regionale, da sempre fucina di talenti a livello nazionale e internazionale. Oltre ai medagliati, sono state premiate anche tre società distintesi per i loro risultati: la Pallanuoto Trieste femminile, neopromossa in A1, i Rangers di Redipuglia, che hanno raggiunto la serie A1 nel baseball e i Tigers di Cervignano, che sempre nel Baseball hanno ottenuto la promozione in A2. L'evento è stato anche un'occasione per gettare le basi per quello che sarà il futuro dell'attività sportiva in regione e discutere quali siano le criticità collegate alla gestione e alla manutenzione degli impianti sportivi sul territorio, chiedendo alle associazioni presenti, riunite in tavoli tecnici, quali siano i principali fabbisogni da soddisfare nel prossimo futuro per consentire una più efficace fruibilità all'utenza e per consentire ai comuni che si trovino a gestire più impianti di sfruttare al meglio gli investimenti per ridurre il peso dei costi di gestione. Tra i principali criteri elencati dai vari gruppi di lavoro per migliorare e risolvere tali problematiche e presentate dall'assessore regionale alla cultura e allo sport Tiziana Gibelli, sono emerse la messa in sicurezza degli impianti; la valutazione del bacino d'utenza cui essi sono destinati, considerando la copertura oraria di apertura delle strutture e il numero di discipline che esse ospitano per favorire un utilizzo quanto più efficace dei fondi a disposizione; l'utilizzo di nuove tecnologie che possano portare all'economicità di gestione; lo sviluppo di impianti multidisciplinari; l'ubicazione delle strutture e la loro raggiungibilità. Al termine della presentazione, il presidente del Coni del Friuli Venezia Giulia, Giorgio Brandolin, ha ringraziato il sindaco di Gemona Roberto Revelant e tutte le associazioni presenti, sottolineando l'importanza di un processo di condivisione, che ha portato la nostra regione ad essere un esempio virtuoso per quanto riguarda la fruibilità delle strutture anche a scopo ricreativo, motorio ed associativo e nella sicurezza degli impianti. --Francesco Peressini

Messaggero Veneto - domenica 15 settembre 2019

I commenti sono chiusi