Michelle quinta, Arianna cintura nera ed un 20% cui pensare

Il quinto posto di Michelle Kamano, il settimo di Arianna Stacco, che le ha portato la cintura nera, con il decimo di Sofia Cittaro hanno completato la trasferta a Brescia del Dlf Yama Arashi Udine in occasione del campionato italiano juniores. Anche Michelle dunque, così come Laura Scano agli assoluti e Lorenzo Coceancigh, ieri, nello stesso campionato juniores a Brescia, è arrivata in fondo alla gara dimostrando crescita e spessore agonistico e ha disputato la finale per la medaglia di bronzo che, anche questa volta, non è arrivata. “Tutti sono bravi a fare l’80%, ma è quel 20% a fare la differenza” è stato detto tempo fa da qualcuno. Ed è su quel venti per cento che Michelle, Lorenzo, Laura e tutte le ragazze e ragazzi di questo club stanno cercando di costruire, per crescere e migliorare. Consapevoli che in quel 20% c’è tutto: sacrificio, sudore e lacrime. “Proprio oggi – è una testimonianza diretta – dopo che tutti i tatami del campionato italiano a Brescia erano stati impilati, il palasport sgomberato e le ultime ragazze rimaste, proprio quelle del media team fvg, avevano chiuso i computer pronte a ripartire, ho sentito il classico rumore delle proiezioni sul tatami che arrivava dalla palestra di sotto. Incuriosita, sono scesa a vedere. Era sempre lui, tolta la tuta con la quale aveva spostato tatami fino ad un attimo prima, ora indossava il judogi e dirigeva l’allenamento di cinque ragazzi. Uno di questi era suo figlio che, meno di 24 ore prima, aveva vinto la medaglia d’oro e, nonostante la fatica, stava con i suoi compagni per restituire loro una parte di quello che aveva già ricevuto. Negli occhi di quei ragazzi non c’erano lacrime, nè si percepiva il senso del sacrificio, ma tanta passione, fede, sudore”. Chissà se mi scuseranno Michelle, Arianna e Sofia se, invece di raccontare le loro belle gare di oggi, ho riportato questa piccola testimonianza che, meglio di altre, spiega di quel 20%.

Risultati

44: 1) Asia Avanzato (Fitness Club), 2) Irene Impala (Jc Pirri), 3) Giulia Giorgi (Hydra Villabate) e Ilenia Salfi (Dojo Pianolago)

48: 1) Assunta Scutto (Cs G.Maddaloni), 2) Carlotta Avanzato (Fitness Club), 3) Silvia Giuseppa Drago (Titania Catania) e Giulia Santini (Fitness Club)

52: 1) Veronica Toniolo (Ginnastica Triestina), 2) Chiara Palanca (Accademia Torino), 3) Federica Silveri (Banzai Cortina) e Ylenia Monacò (Fitness Club)

57: 1) Silvia Pellitteri (Accademia Torino), 2) Federica Luciano (Akiyama Settimo), 3) Sara Lisciani (Banzai Cortina) e Valentina Tomellini (Jc Parabiago)

63: 1) Flavia Favorini (Jc Frascati), 2) Nicolle D’Isanto (Cs Pomilia), 3) Elisa Toniolo (Ginnastica Triestina) e Caterina Mazzotti (Ksdk Parma)

70: 1) Martina Esposito (Star Judo Club), 2) Claudia Cerutti (Akiyama Settimo), 3) Irene Pedrotti (Dojo Equipe Bologna) e Cecilia Betemps (Banzai Cortina)

78: 1) Betty Vuk (Jc Tolmezzo), 2) Elena Andreoli (Pro Recco Judo), 3) Anna Fortunio (Fortitudo 1903) e Carolina Mengucci (Banzai Cortina)

+78: 1) Annalisa Calagreti (FfGg), 2) Erica Simonetti (Akiyama Settimo), 3) Valentina Miele (Banzai Cortina) e Asya Tavano (Sport Team Udine)

I commenti sono chiusi