Ritratto di Elisa Cittaro, un altro quinto posto prima della laurea

Catania, 11 giugno 2017. A Catania è arrivato un altro quinto posto. È il quarto nelle ultime cinque edizioni dei Campionati Nazionali Universitari, ma per Elisa Cittaro le somme sono quelle di un’esperienza indubbiamente positiva. Anche perché è stata un’esperienza culminata con la medaglia d’oro nel 2016, ma anche perché l’Università, e più precisamente il corso di Laurea magistrale in scienze della formazione, l’ha vissuta per seguire una passione reale e sincera. “L’ho scelta perché fin da piccola avevo la passione dei bambini – ha detto Elisa – ed il pensiero di trasmettere, stimolare e contribuire a formare i futuri cittadini mi ha spinto verso questa facoltà. Ogni volta che i bambini imparano qualcosa, per loro è una conquista, ma per entrambi è una gioia. Il sorriso di un bimbo è una gioia immensa che ripaga ogni fatica”. Per concludere il corso di studio rimangono solo due esami da sostenere e poi la tesi, ma Elisa che viaggia con la media del 28 conta di completare tutto puntuale, entro l’anno. L’ultimo CNU della carriera sportiva-universitaria di Elisa ha portato però, un altro quinto posto. “Guarda, sinceramente dico che mi sono piaciuta... con Giorgis ho fatto un buon incontro, più volte ho cambiato guardia passando da sinistra a destra mettendola in difficoltà, poi ho fatto bene con Maccari ed anche con Laura, ho fatto un incontro tutto in attacco, cosa che non facevo da tempo, poi con lei a quota due shido ho attaccato ancora e ho subìto wazari di controtecnica. Mancavano 30 secondi. Un po’ di rammarico c’è, principalmente perché è stato l’ultimo CNU, ma sono soddisfatta perché sento che posso competere con le migliori”.

I commenti sono chiusi