Brandolin, Basana, Govetto nella Casa dello Sport Friulano per lanciare il 22° Alpe Adria di judo

Udine, 23 gennaio 2017. Nella Casa dello Sport Friulano, inaugurata meno di due mesi fa da Giovanni Malagò assieme a Giorgio Brandolin, il presidente del Coni FVG ha fatto praticamente da padrone di casa in occasione della presentazione del 22° Trofeo internazionale Alpe Adria di judo che, sabato e domenica prossimi, porterà sui tatami nel Palagetur a Lignano un migliaio di atleti. “Il concetto di Alpe Adria – ha detto Brandolin – è stato costruito su un’idea forte di aggregazione, quando esisteva ancora la cortina di ferro. Un punto di partenza dal quale hanno preso spunto tante iniziative lodevoli e meritorie, dal calcio transfrontaliero, ai rapporti transnazionali che sono stati consolidati, e anche il judo che, da quel concetto, è cresciuto fino a travalicare sulla scena mondiale”. Sono 977 gli atleti iscritti al 22° Alpe Adria, con 603 cadetti (under 18) di 227 società, che gareggeranno sabato 28 e 374 juniores (under 21) di 174 società, che gareggeranno domenica. Sette le nazioni rappresentate e fra queste spicca ancora una volta l’Azerbaijan, presente con una squadra juniores di altissimo profilo, con atleti come Natig Gurbanli, 19 anni, campione d’Europa U21 nel 2016 e da U18 nel 2014, ma anche campione del mondo U18 nel 2013. Bosnia Erzegovina, Croazia, San Marino, Slovenia e Svizzera le altre nazioni, con l’Italia che vedrà impegnati sui tatami numerosissimi atleti di livello internazionale. La crescita della manifestazione organizzata dal Dlf Yama Arashi Udine è stata evidenziata anche dall’assessore allo sport del Comune di Udine Raffaella Basana, che ha posto l’accento sulla capacità di Luciano Lovato “il dirigente scomparso quasi due anni fa che ha saputo far crescere questa realtà sotto tutti i punti di vista – ha  detto Basana – lasciando un senso di gratitudine che proprio in questa 22esima edizione si ritrova nello slogan ‘There is always, always, always something to be thankful for’”. Il ricordo di Luciano Lovato è stato centrale anche nell’intervento dell’assessore provinciale Beppino Govetto, “è stato una persona speciale – ha detto - che non ha fatto crescere soltanto l’ambiente del judo, ma lo sport in generale”. Presentazione anche per Odette Giuffrida, testimonial della manifestazione, che dopo la medaglia d’argento alle Olimpiadi a Rio ha ricordato con emozione le sue partecipazioni all’Alpe Adria (vinto nel 2011). Così come Fabio Basile e la slovena Tina Trstenjak, entrambi d’oro in Brasile o il ventenne siciliano Elios Manzi, tutti saliti sul podio dell’Alpe Adria a Lignano. Con oltre 900 atleti al Judo Winter Camp (4-7 gennaio) ed i mille in arrivo per l’Alpe Adria, cui vanno aggiunti tecnici, giudici e famiglie, le iniziative promosse dal Dlf Yama Arashi Udine lanciano un segnale forte di aggregazione. Significativa anche la presenza in gara del Friuli Venezia Giulia, 45 atleti di 11 società negli under 18 e 36 atleti di 12 società negli under 21.
Partecipanti
Sono 977 gli atleti iscritti al 22° Trofeo internazionale Alpe Adria di judo, con 603 cadetti (under 18) di 227 società, che gareggeranno sabato 28 e 374 juniores (under 21) di 174 società, che gareggeranno domenica.
 
Campioni
Sette le nazioni rappresentate e fra queste spicca ancora una volta l’Azerbaijan, presente con una squadra juniores di altissimo profilo, con atleti come Samir Aghayev, Sedva Valiyeva ed in particolare Natig Gurbanli, 19 anni, campione d’Europa U21 nel 2016 e da U18 nel 2014, ma anche campione del mondo U18 nel 2013. Bosnia Erzegovina, Croazia, San Marino, Slovenia e Svizzera le altre nazioni, con l’Italia che vedrà impegnati sui tatami numerosissimi atleti di livello internazionale, rappresentando però i club di appartenenza.
 
Ipovedenti
C’è anche una rappresentativa della FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi), presente con due atleti, Simone Cannizzaro e Federico Dura che gareggiano nei 73 kg juniores.
 
Testimonial
Testimonial della manifestazione è Odette Giuffrida, medaglia d’argento alle Olimpiadi a Rio che ricorda con emozione le sue partecipazioni all’Alpe Adria (vinto nel 2011). Anche Fabio Basile e la slovena Tina Trstenjak, che in Brasile hanno vinto la medaglia d’oro e poi il ventenne siciliano Elios Manzi, che a Rio si è qualificato a sorpresa, sono saliti tutti sul podio del torneo a Lignano Sabbiadoro organizzato dal Dlf Yama Arashi Udine.
 
Assoluti e nuove regole
Anche in questa edizione l’Italia presenta il meglio in termini di numeri e di qualità, nonostante il fine settimana successivo sia in programma a Ostia il Campionato Italiano Assoluto. Per preparare gli arbitri per la finale del Campionato Italiano Assoluto, in considerazione all’entrata in vigore del nuovo regolamento arbitrale (IJF Referee & Coach Seminar – Baku, 6-7 gennaio), la Commissione Nazionale Ufficiali Gara ha convocato per il 22° Trofeo Alpe Adria i 30 arbitri Top Ranking e indetto dalle 14 alle 20 di venerdì 27, il seminario arbitrale per arbitri, tecnici e atleti (residence Alle Vele nel GeTur Village a Lignano Sabbiadoro).
 
Borsa di studio Luciano Lovato
Grazie alla ‘Borsa di Studio Luciano Lovato’, sostenuta dalla famiglia Lovato, dall’European Judo Union e con il patrocinio di Comune di Udine e della Fijlkam, è stato realizzato un calendario con lo slogan ‘There is always, always, always something to be thankful for’ e con le immagini di Erika Zucchiatti del recentissimo Judo Winter Camp, che sarà il cadeau per tutte le società partecipanti. Inoltre, la ‘Borsa di Studio Luciano Lovato’ riconosce un rimborso spese alle prime cinque Società della classifica finale.
 
Territorio
Oltre 900 gli atleti che hanno partecipato al Judo Winter Camp (4-7 gennaio) e con i 977 in arrivo per l’Alpe Adria, cui vanno aggiunti tecnici, giudici e famiglie, è rilevante l’interesse turistico per il territorio delle iniziative promosse nel mese di gennaio dal Dlf Yama Arashi Udine. E particolarmente nutrita è anche la rappresentanza del Friuli Venezia Giulia, con 45 atleti di 11 società negli under 18 e con 36 atleti di 12 società negli under 21.
 
Cadetti FVG (45 atleti di 11 Società)
Ginnastica Triestina (6): Marco Corte (50), Gianluca Romanin (60), Tommaso Musizza (66), Giulia Italia De Luca (44), Cristina Visentin (48), Beatrice Musizza (57); Dojo Udine (1): Anna Bretti (44); Skorpion Pordenone (3): Riccardo Lagni (55), Ivan Grando (66), Mirco Moretto (66); Polisportiva Villanova (5): Axel Andrijczuk (55), Matteo Visentini (66), Nicolae Bologa (73), Francesco Sanapo (81), Ysmine Dene (70); Tamai (4): Nicolò Rossit (55), Gabriele Zilioli (90), Asia Lorenzon (57), Giulia Boscaia (63); Judo Club Tolmezzo (2): Mattia Zarabara (90), Betty Vuk (70); Dlf Yama Arashi Udine (10): Filippo Laudani (50), Leonardo Zomero (50), Francesco Cargnelutti (55), Leonardo Di Marco (66), Lorenzo Moimas (66), Diego Mortal (66), Francesco Pizzati (66), Sofia Cittaro (52), Michelle Kamano (63), Arianna Stacco (70); Judo Club San Vito (1): Luca Pigozzo (90); Kuroki Tarcento (3): Luca Colombo (60), Marco Orlando (66), Alex Londero (73); Dojo Sacile (3): Kail Basset (55), Alex Corazza (60), Valentina Marchetti (57); Sport Team Udine (7): Michele Comuzzi (-), Jari Paternò (50), Raffaele Piconi (73), Eleonora Gollino (52), Sara Furlani (57), Asia Golosetti (57), Asya Tavano (+70)
 
Junior FVG (36 atleti di 12 Società)
Azzanese (4): Luca Moras (73), Giovanni Tesolin (90), Mariasole Momentè (63), Elisa Forte (70); Dojo Udine (3): Tomaso Zuliani (66), Carlotta Finotto (52), Alessia Finotto (57); Spartan Trieste (1): Sebastiano Villatora (90); Dlf Yama Arashi Udine (8): Lorenzo Coceancigh (66), Giacomo Cugini (66), Roberto Errath (73), Francesco Contessi (81), Nicola Mortal (81), Giorgia Rossi (52), Giada Medves (63), Serena Callegari (70); Skorpion Pordenone (2): Alberto Ciardo (81), Francesca Roitero (+78); Judo Club Tolmezzo (2): Betty Vuk (70), Lara Mari (52); Tamai (1): Giovanni Boscaia (60); Kuroki Tarcento (3): Alex Londero (73), Ivan Shaurli (81), Soraya Luri Meret (70); Ginnastica Triestina (7): Emanuele Dante (55), Alvise Tomaselli (60), Erik De Luca (66), Riccardo Moratti (73), Cristina Visentin (48), Alessia Benvegnù (57), Denise Lorenzoni (57); Fenati Spilimbergo (1): Mohammed Lahboub (90); Polisportiva Villanova (3): Kenny Komi Bedel (73), Marvin Koblavi Bedel (73), Greta Fracas (57); Team Judo Trieste (1): Matteo Pribaz (66)
 
Orari
Le gare del sabato sono riservate alla classe cadetti (under 18), iniziano alle 9.30 e saranno precedute dal Saluto delle Autorità e dalla Cerimonia di Apertura, un video di tre minuti realizzato da Agnese Piccoli in collaborazione con Simone Belfio. Domenica in gara la classe juniores (under 21) con inizio alle 9.30, mentre l’orario delle premiazioni per entrambe le giornate sarà stimato dal Computer Team dopo i test informatici in programma venerdì sera.

I commenti sono chiusi