Otto vittorie per i nostri 4 cadetti; Bagnoli costretto a dimettersi per fare il coach

Udine, 20 marzo 2016. Quattro gli atleti in gara per il Dlf Yama Arashi nella prima giornata del campionato italiano cadetti a Ostia, Francesco Cargnelutti nei 55 kg, Lorenzo Coceancigh, Roberto Errath, Francesco Pizzati nei 66 kg ed insieme hanno maturato uno “score” di otto combattimenti vinti e cinque persi, per quattro diciassettesimi posti. Con 54 atleti in gara nei 55 kg e 79 nei 66 kg, la gara è stata impegnativa sotto tutti i punti di vista, ma è normale che sia così e la risposta in gara dei ragazzi seguiti da Milena Lovato e Lorenzo Bagnoli è stata coerente con l’attuale condizione agonistica regolarmente in crescita. Nell’ambito della giornata di gara, Gennaro Maccaro, vicepresidente judo del Lazio, ha consegnato a Milena Lovato il riconoscimento per il club, che anche nel 2015 è stato quello con il più alto numero di tesserati d’Italia per il settore judo. Un’altra piccola cerimonia è stata quella riservata al Premio Luciano Lovato con la consegna ufficiale di diploma e judogi a Carlo Alberto Albertin dell’Opide Padova. La sera di venerdì infine, per ottemperare a quanto indicato dal PAAF 2016 (ed in contraddizione con il ROF) e per poter svolgere le funzioni di insegnante tecnico, Lorenzo Bagnoli ha dato le dimissioni da Ufficiale di Gara.
20160319 Yama best20160319 Albertin 2 20160319 Albertin

I commenti sono chiusi