Presentato il 19° Alpe Adria nel Palazzo D'Aronco

Udine, 23 gennaio 2014. Sono novecentosessantatre gli atleti, duecentotrentuno i club, nove le nazioni che sabato e domenica si daranno battaglia sui tatami nel Palagetur a Lignano per la diciannovesima edizione del Trofeo internazionale Alpe Adria di judo. Questi i numeri che sono stati annunciati dagli organizzatori del Dlf Yama Arashi Udine in occasione della conferenza stampa ospitata nel Salone del Popolo di Palazzo D’Aronco alla presenza degli assessori allo sport Raffaella Basana per il comune di Udine e Beppino Govetto per la Provincia, del Delegato del Coni Point di Udine Silvano Parpinel e del capodelegazione della nazionale cadetti dell’Azerbaijan, Rashad Mammadov, che guida sei atleti di cui due sono campioni d’Europa ed una vicecampionessa del mondo. “Dietro ad una manifestazione di questo livello che raduna quasi mille atleti con le sole classi giovanili cadetti e juniores – ha detto Raffaella Basana – c’è l’enorme lavoro che il Dlf Yama Arashi affianca ai mille e più partecipanti al recentissimo Winter Camp, che merita plauso e sostegno”. L’occasione per l’applauso è stata offerta dalla premiazione a sorpresa per Luciano Lovato, presidente dello Yama Arashi dal 1980, cui Silvano Parpinel assieme a Marcello Zoratti, presidente Ansmes, hanno virtualmente consegnato la Stella di bronzo del Coni al merito sportivo, in quanto alla cerimonia ufficiale (posticipata al 1° febbraio) non potrà essere presente per la concomitanza con l’assemblea elettiva straordinaria Fijlkam. Applausi anche per Lorenzo Bagnoli, testimonial di questo Alpe Adria, che con la sua storia di campione fermato da un problema cardiaco al pari di Lilian Thuram, ha saputo rigenerarsi interpretando splendidamente lo slogan del torneo “Be new in your judo”. “Sabato e domenica ci sono alcuni atleti del Friuli Venezia Giulia”, ha detto il consigliere Fijlkam Stefano Stefanel, “che sono in grado di salire sul podio, certamente non tutti, considerato l’alto livello della gara”. L’orgoglio FVG sarà difeso da ottanta atleti in rappresentanza di quindici club, con la provincia di Udine a fare la parte del leone con 45 atleti in gara di Judo Tolmezzo, Kuroki, Sport Team, Shimai Dojo, Dojo Udine, Judokay Gemona e Dlf Yama Arashi.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento