Winter Camp, nuovo record di partecipazione; Brandolin: “colpo d’occhio incredibile!”

Udine, 5 gennaio 2014. Il Judo Winter Camp sorprende ancora e cresce di più. La partecipazione-record registrata nel 2013 infatti, è stata superata ed a un giorno dalla chiusura (lunedì sera) del 15° stage organizzato dal Dlf Yama Arashi Udine, la contabilità delle presenze sull’enorme tatami di millecento metri quadri posato nel Palagetur di Lignano Sabbiadoro è pronta a toccare quota milleduecento. All’incirca un judoka per ogni metro di tatami, per un colpo d’occhio che fa una certa impressione. Lo ha riscontrato anche Giorgio Brandolin, il presidente del Coni Fvg, intervenuto a portare il saluto in occasione del seminario dell’Unione Europea Judo “Improve your club”, che all’interno del Winter Camp ha ospitato 130 tecnici italiani ed europei impegnati per due giornate in altra sala. “È un colpo d’occhio incredibile vedere così tanti atleti su un tatami così grande – ha detto Brandolin – ed è indubbiamente un bello riscontrare l’inesauribile forza di attrazione dello sport e che, anche in giornate festive come queste così tanti giovani, da tantissime nazioni scelgano di allenarsi qui, in Friuli Venezia Giulia”. Tantissimi anche i vincitori di medaglie olimpiche e mondiali presenti sui tatami, da quelli della Russia di Ezio Gamba alla Slovenia di Marian Fabjan, la Svizzera di Giorgio Vismara, l’Italia di Raffaele Toniolo e poi dagli Stati Uniti, Giappone, Sudafrica. Molto apprezzato il lavoro dello staff tecnico dello stage selezionato e coordinato dall’inesauribile Ezio Gamba che ha allestito un’eccellente squadra di coach con lo statunitense Michael Swain, Giuseppe Maddaloni, Francesco Bruyere e l’udinese Lorenzo Bagnoli. Una bella soddisfazione per gli organizzatori del Dlf Yama Arashi Udine, affiancati dal Comitato Regionale Fijlkam per il Seminario EJU Expert, che insieme hanno ottenuto un risultato eccellente in termini di partecipazione e di qualità tecnica, ma anche per aver rispettato al meglio i parametri indicati per l’organizzazione di un evento EJU. “È stato fatto un ottimo lavoro – ha detto il Maestro Franco Capelletti, 9° dan, vicepresidente vicario Fijlkam, vicepresidente EJU e presidente dell’EJU Education Commission – e non sono voluto mancare a quest’appuntamento, primo di questo genere ospitato in Italia, proprio per sostenere l’importanza dell’iniziativa e chi si è fatto carico di organizzarla”. Franco Capelletti ha partecipato anche alla riunione delle società Fijlkam Fvg in preparazione dell’assemblea straordinaria elettiva che si terrà a Ostia l’1 febbraio.
gruppo frontale-1

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento